Libri in pillole

“Motel life” di Willy Vlautin: recensione libro

Motel life di Willy Vlautin è la storia di due fratelli, Frank e Jerry Lee, con un’infanzia difficile alle spalle che ha lasciato loro in eredità solamente problemi irrisolti, povertà e solitudine. Vivono entrambi nei motel, campano lavoricchiando giusto per guadagnare i soldi necessari per pagare l’affitto della stanza, comprare una cassa di birre e qualcosa da mettere sotto ai denti. Sono due artisti, narratore il primo, disegnatore il secondo, ma preferiscono condurre una vita al ribasso, lontani dalle responsabilità, lasciandosi sprofondare lentamente nella marginalità.

Un improvviso incidente con la macchina, però, cambia radicalmente la loro esistenza, poiché saranno costretti a reagire e a prendere decisioni soprattutto per scappare da una realtà che può diventare un vero e proprio incubo.

Motel life, un libro molto americano

willy vlautin motel lifeMotel life è un libro molto americano. Gli ingredienti ci sono tutti, non ne manca neanche uno: due ragazzi dannati, l’infanzia difficile, la famiglia problematica, la sfortuna che li perseguita, il gioco d’azzardo, le automobili statunitensi, le casse di birra e le bottiglie di whisky utili per ubriacarsi e ammorbidire i ricordi, le storie d’amore finite male, e così via. Anche dal punto linguistico il testo risponde perfettamente allo slang parlato negli States (“quel cazzo di tempo”, “quella cazzo di macchina”, “quella cazzo di storia” etc).

Nonostante il ricorso ai tanti cliché, Motel life è un romanzo umano, incentrato sulla vita solitaria degli emarginati negli Stati Uniti. Con Frank e Jerry Lee, infatti, si entra a piedi uniti all’interno del mondo di coloro che, con un atteggiamento al limite dell’autolesionismo, si abbandonano totalmente al destino, scivolando inesorabilmente in fondo al tunnel della tristezza e del fallimento, senza accennare alcuna reazione. Benché siano dei perdenti, però, inconsciamente coltivano pur sempre il desiderio di trovare un appiglio a cui aggrapparsi, per capovolgere l’inerzia della loro vita e tirarsi fuori dal pantano in cui ristagnano.

“Motel life” di Willy Vlautin, edizioni Jimenez. Libri in Pillole.

.
Mostra di più

Alessandro Oricchio

Docente e ricercatore di Lingua Spagnola, giornalista pubblicista iscritto all'Odg del Lazio. Amante dei libri, dei viaggi, del calcio, della lingua spagnola, del mare e della cacio e pepe.

Articoli correlati

Back to top button